Come evitare i furti all’interno della Chiesa?

Come evitare i furti all’interno della Chiesa?
 
Ma come posso evitare i furti nella Chiesa?
 
Mi chiede il Don rassegnato.

Una settimana fa il Don è stato vittima dell’ennesimo furto nella sua Chiesa.

E’ stato l’ultimo di una serie di episodi che sono sfociati nella completa sparizione del suo candeliere e della sua bussola “buona stampa”.

Il Don si è accorto del primo furto quando una mattina di buon ora ha aperto la bussola del suo candeliere ed ha trovato solo un pezzo di una banconota da 5 euro.

Poi, qualche tempo dopo, ha notato nel suo candeliere che la fessura, dove vengono inserite le monete, presentava alcuni sfregi e slabbrature fatte presumibilmente da un cacciavite per allargarla e per introdurre meglio il nastro per “pescare” i soldi delle offerte.

E per finire, dopo un paio di mesi che si ripetevano questi episodi, sia la bussola “buona stampa” che il candeliere votivo sono stati letteralmente prelevati dalla loro sede e portati presumibilmente in un luogo nascosto per depredare definitivamente le bussole dai soldi delle offerte dei fedeli.

Il Don era disperato perché le offerte servivano per ristrutturare l’oratorio e l’asilo.

Ora i bimbi dell’asilo e i ragazzini dell’oratorio non potranno più avere il materiale didattico necessario per la scuola.

Io mi ricordo bene il candeliere votivo e la bussola che aveva.

Erano entrambi costruiti con della lamiera dozzinale e quindi molto leggera e di facile asporto.

Inoltre le serrature erano tradizionali e rinforzate solo da un lucchetto che faceva bella mostra di sé dando una immagine nel complesso molto scialba e dozzinale facendo apparire la Chiesa sciatta e indecorosa.

E’ capitato anche a te?

Anche tu hai subito i furti sopra descritti?
Lo so, lo so che lo stato di amarezza e di violenza che lasciano nell’animo questi episodi sono devastanti.

Però non è colpa tua.

Tu, come il tuo collega, date l’anima e il cuore per la vostra parrocchia ed essere vittime di questi episodi è molto demotivante.

Le attività devono andare avanti e devono auto finanziarsi.

Questi furti sono proprio una piaga sociale.

Perciò se hai dei candelieri votivi e bussole precarie fatti con lamiere dozzinali di 20 anni fa perché non valuti i nostri?

Guarda come è bello il mio candeliere gestuale da 33 accensioni cliccando qui: Candeliere elettrico gestuale

Votivo Arredi Sacri Candeliere Elettrico Gestuale 33 accensioni

Votivo Arredi Sacri Candeliere Elettrico Gestuale 33 accensioni

Porta 33 vani per la candela gestuale (la differenza tra candeliere gestuale e tradizionale la trovi qui)

Come potrai notare la struttura è una particolare lamiera:

1- antigraffio,

2- antiurto,

3- antifurto.

La colonna parte dal vassoio e presenta la fessura per le offerte leggermente inclinata per impedire il più possibile il passaggio del nastro per il pescaggio delle monete e poi a scendere trovi la serratura blindata.
All’interno della colonna la tripla grimagliera impedirà al nastro il raggiungimento dei soldi e le tue offerte saranno al sicuro.

Questo candeliere elettrico gestuale pesa qualcosa come 70 kg, è alto 102 cm, e il vassoio è 80 x 34 cm.

Un bel prodotto:

1- solido,

2- affidabile,

3- elegante.

4- pesante e difficilmente asportabile.

La cura quasi maniacale dei dettagli fa si che lo rende sicuro anche nei confronti dei fedeli.

Potrebbe capitare che qualche bimbo urti accidentalmente il candeliere o la bussola e tu non vuoi che i fedeli si feriscano giusto?

In questo video ci sono i dettagli dove si evince la cura dei dettagli dei nostri prodotti:

Anche le bussole Buona Stampa sono costruite con gli stessi principi dei candelieri.

Quindi valuta anche tu il cambio. Ti farò lo sconto rottamazione e mi porterò via il tuo usato (sempre che i ladri non ci abbiano già pensato loro).

Devi solo lasciare qui i tuoi dati e ti ricontatteremo per darti tutte le informazioni di cui tu hai bisogno per rendere bella e sicura la tua chiesa.

Bruno Geroni.

Bruno Geroni

Bruno Geroni

Votivo Arredi Sacri nasce negli anni ’90 da Geroni Bruno che, pensando al futuro, mette a punto e brevetta la sua idea di produrre e commercializzare candelieri votivi e portaceri elettrici per Chiese mantenendo la tradizione e realizzando l’accensione del cero o della candela in modo semplice: con la gestualità.

Da questa intuizione è nata un’azienda fortemente dinamica che, mantenendo le migliori caratteristiche proprie di un’impresa artigianale, può sviluppare una vasta gamma di prodotti innovativi nella sicurezza e nell’alta qualità dei materiali.

Tra i prodotti realizzati figurano candelieri e portaceri per Chiese, ma anche bussole e cassette per le offerte, armadi espositori buona stampa e molto altro. La gamma dei servizi viene completata con la possibilità di effettuare trasformazioni di prodotti, lavorazioni speciali su misura insieme a una serie di servizi di completamento quali ricambi di lampadine, candele, ceri e sostituzioni in permuta.

I candelieri per Chiese che l’azienda produce consentono di sostituire la cera che, oltre a un considerevole dispendio di risorse economiche, è causa del deterioramento di affreschi e di beni artistici. La sicurezza dell’illuminazione con sistema brevettato e con funzionamento a bassa tensione, in linea con le norme vigenti, consentono una grande economicità0,03 € ogni 24 ore, con tutte le candele o ceri accesi.

Un prodotto sobrio ed elegante, progettato per una lunga durata, raffinato nelle versioni studiate specificatamente per tutte le tipologie di Chiesa.